sabato 5 marzo 2011

Al calar della tua maschera


Ti fu avverso il destino
il giorno che m’incontrasti,
convinto che non scorgessi
il vero volto tuo oltre la maschera,
sicuro che il mio silenzio ti fosse forza
nel perseverar l’infame inganno.

Il ghigno della bocca non vidi
ma assaporai degli occhi la ferita
quando alla tua arrogante presunzione sussurrai


Puoi anche calar la maschera al mio cospetto
scorgo sempre la stessa faccia che ti fa pelle


 





 








per ascoltare fermare prima la musica del video sulla colonna a destra

2 commenti:

  1. Grazie di cuore Shayra per tutti i complimenti, un abbraccio forte!!

    RispondiElimina
  2. raggioluminoso5 marzo 2011 20:46

    In effetti molti sono convinti non si possa percepire ciò che nascondono dietro la maschera, ma non è così. Versi che ho particolarmente apprezzato, degni di nota. Chiusa che racchiude grande significato. Un plauso per te e complimenti.
    Piaciutissimo anche il video che hai abbinato.

    RispondiElimina